Berlino in Germania ✔️

Attrazioni Monumenti  ✔️ Berlin Wall ✔️ Tour della città Hop on Hop off

Berlino, una delle più grandi città del mondo, è sempre come un vortice di attività, con luoghi famosi ad ogni angolo e mai abbastanza tempo per vederli tutti.

Questa città ha così tanto da offrire che a volte un visitatore non sa nemmeno da dove cominciare. Ma come si può essere sicuri di non perdere nulla? Abbiamo raccolto le attrazioni imperdibili. Nella seguente lista, troverete i cinque blockbuster che non dovete assolutamente perdere e che potete visitare tutto l’anno.

Per sperimentare il più possibile la visita della città, si dovrebbe essere guidati da guide locali esperte e/o iscriversi a un tour guidato per vedere i fenomeni principali.

Le 5 migliori attrazioni di Berlino.

Conosci un piccolo pub speciale, un ottimo ristorante o hai un parco preferito? Potete trovare i consigli degli insider su queste pagine, per esempio. Ora abbiamo a che fare con i blockbuster delle visite turistiche, gli attrattori di folla, le gemme di tutte le viste.

Porta di Brandeburgo

L’avresti saputo? Per più di 200 anni, la Porta di Brandeburgo è stata un punto di riferimento di Berlino e della Germania e oggi è uno dei luoghi più famosi di Berlino.

Letteralmente al centro della città si trova la Porta di Brandeburgo, probabilmente una delle porte che ha visto di più nella sua storia.

L‘impressionante punto di riferimento fu costruito nel 1789-91 da Carl Gotthard Langhans ed era la porta reale di Berlino. Da allora, la Porta di Brandeburgo è sopravvissuta sia al periodo 1933-1945 che alla successiva guerra fredda, diventando un simbolo della divisione tra Est e Ovest e poi della riunificazione.

Brandenburg Gate - Brandenburger Tor - Berlin - Germany - 03.jpg
By <a href=“//commons.wikimedia.org/wiki/User:NorbertNagel“ title=“User:NorbertNagel“>Norbert Nagel</a> – <span class=“int-own-work“ lang=“en“>Own work</span>, CC BY-SA 3.0, Link

Come in molti altri luoghi locali, la Porta di Brandeburgo e la strada del XVII secolo hanno un tocco di storia. Giugno, che porta alla Colonna della Vittoria.

Oggi, la zona intorno alla porta della città è animata ogni giorno da artisti di strada locali, turisti e taxi in bicicletta.

Kurfürstendamm

Un’altra attrazione popolare qui è Kurfürstendamm, o semplicemente Ku‘ Damm.

Kurfürstendamm è la strada principale del vecchio west. Inizia a Halensee e finisce a Tauentzien.

Se sei un piccolo acquirente, Kurfürstendamm è un sogno. Se vuoi fare dello shopping serio a Berlino, questo è il posto che fa per te.

Berlin-zentrum-by-RalfR-005.jpg
Von <a href=“//commons.wikimedia.org/wiki/User:Ralf_Roletschek“ title=“User:Ralf Roletschek“>Marcela</a> (<a href=“//commons.wikimedia.org/wiki/User_talk:Ralf_Roletschek“ title=“User talk:Ralf Roletschek“><span class=“signature-talk“>talk</span></a>) – <span class=“int-own-work“ lang=“de“>Eigenes Werk</span>, GFDL 1.2, Link

È ancora la destinazione di shopping più popolare della città. Qui c’è tutto da comprare, e se porti la tua dolce metà in città, non puoi evitare lo shopping.

Il viale si trova nella parte occidentale della città. Qui puoi curiosare tra le grandi boutique di moda e le esclusive marche di stilisti che riempiono il viale lungo 3,5 chilometri. È anche la sede dei grandi magazzini più grandi d’Europa, KaDeWe, un paradiso dello shopping con i reparti di profumi e alimentari in testa.

Reichstag 

L’edificio del Reichstag, come la Porta di Brandeburgo e questa parte di Berlino in generale, ne ha viste tante. Proprio nel mezzo, vicino alla Porta di Brandeburgo, si trova l‘impressionante attrazione del Reichstag, la sede del Bundestag, il parlamento tedesco. La storia dell’edificio è veramente unica e quindi un punto culminante di Berlino che un visitatore deve semplicemente aver vissuto.

Reichtagsgebäude 2012.JPG
By <a href=“//commons.wikimedia.org/wiki/User:Hofec“ title=“User:Hofec“>Hofec, Switzerland</a> – <span class=“int-own-work“ lang=“en“>Own work</span>, CC BY-SA 3.0, Link

È stato costruito nel 1894 e ha avuto una vita piuttosto turbolenta sotto i vari governi, non ultimo durante le due guerre mondiali. Dopo il 1945 e fino alla fine della guerra fredda, l’edificio cadde in rovina e il parlamento trasferì le sue sessioni a Bonn. Nel 1991, tuttavia, il Reichstag fu nuovamente designato come parlamento tedesco e l’edificio fu ricostruito con la sua ormai famosa e caratteristica cupola di vetro.

 Se il tempo è buono durante il tuo viaggio a Berlino, puoi prenotare una gita al caffè con la coscienza a posto, da dove potrai sperimentare una vista eccellente della città.

Fernsehturm – Torre della televisione 

La leggendaria torre della televisione proprio su Alexanderplatz è ovviamente un must durante una visita. È l’edificio che spicca nel paesaggio urbano.

L‘alto simbolo di Berlino si erge a 368 metri dal suolo e può essere visto da tutta la città. Può essere visto dalla maggior parte delle parti di Berlino ed è una buona guida per capire dove ti trovi nell’enorme capitale tedesca.

Weltzeituhr mit Fernsehturm - Alexanderplatz.jpg
By Christian Wolf (www.c-w-design.de), CC BY-SA 3.0 de, Link

Puoi prendere l’ascensore fino alla cima della cupola della torre e rimanere incantato dalla vista selvaggia su tutta la città. La vista da lassù è davvero impressionante e ti dà un senso di quanto sia grande la metropoli. Quindi una gita sulla torre della televisione è un’esperienza davvero bella per bambini e adulti.

Si può anche mangiare nel ristorante in cima alla torre
Si consiglia di prenotare i biglietti online in anticipo.

Die Mauer – Il muro 

È forse un po‘ esagerato parlare del Muro. Perché sebbene il Muro sia stato il simbolo della divisione dell’Europa e la sua caduta il simbolo della fine della dittatura, non rimane molto.

Gli ultimi pezzi rimasti del Muro si possono trovare vicino alla Anhalter Bahnhof e alla Eastside Gallery.

Durante la divisione della città, le stazioni che attraversavano il confine caddero in disuso e divennero vicoli ciechi. Tuttavia, tre linee correvano da Berlino Ovest attraverso brevi tratti del territorio di Berlino Est. I treni non si fermavano mai in queste stazioni, che divennero note come „stazioni fantasma“, tra cui Potsdamer Platz con la U-Bahn e la S-Bahn, per esempio.

20170422 BrandenburgerTor u BerlinMaur (36087376496).jpg
By <a rel=“nofollow“ class=“external text“ href=“https://www.flickr.com/people/46218178@N02″>Ray Swi-hymn</a> from Sijhih-Taipei, Taiwan – <a rel=“nofollow“ class=“external text“ href=“https://www.flickr.com/photos/swi-hymn/36087376496/“>20170422_BrandenburgerTor u BerlinMaur</a>, CC BY-SA 2.0, Link

Nordbahnhof era una volta una „stazione fantasma“ e ora ospita una mostra fotografica dedicata alla memoria delle stazioni ferroviarie abbandonate. Storie affascinanti sopra e sotto terra, controlli di frontiera e piani di fuga – la mostra offre materiale per un tour di 30 minuti.

Quando ne hai abbastanza della U-Bahn, prendi l’uscita a Bernauer Strasse e cammina verso il Memoriale del Muro di Berlino. Qui troverete una ricchezza di informazioni e ricostruzioni, tra cui pietre di confine, una torre di guardia e la Cappella della Riconciliazione, che sorge sui resti di una vecchia chiesa che fu bombardata dalle autorità della DDR.

Guarda cosa è rimasto – e visita il museo al Checkpoint Charlie e il Centro di Documentazione in Bernauerstraße.

Visite guidate ✔️ Tour della città Hop on Hop off

Se non vuoi perderti niente a livello locale, ti consigliamo di prenotare in anticipo un tour hop on hop off o una visita guidata per scoprire tutto in un tour di mezza giornata a piedi o salire su un battello classico a Mitte.

Visita di Berlino: Per circa quattro ore sarete guidati a Kurfürstendamm e intorno alla Porta di Brandeburgo, Reichstag, Muro di Berlino, Isola dei Musei, Checkpoint Charlie, Anhalter Bahnhof, Potsdamer Platz e molte altre attrazioni. Per coloro che non se la sentono di camminare per quattro ore, c’è anche un simile tour guidato in bicicletta in cui il turista gira invece con l’aiuto di una bici a noleggio, un modo davvero comodo per spostarsi.

Tour in autobus Hop-On Hop-Off 

Scopri la capitale tedesca e i suoi popolari richiami al tuo ritmo con gli autobus hop-on hop-off! Scopri la vertiginosa Torre della TV ad Alexanderplatz, la storica Isola dei Musei, l’impressionante Porta di Brandeburgo o il famoso viale Kurfürstendamm.

Cosa posso aspettarmi?

I giri turistici unici includono molte fermate e soste nei luoghi più importanti e nelle attrazioni turistiche. Godetevi i siti importanti della città, la grandiosa architettura e godetevi la magnifica vista da un autobus a due piani, a volte senza tetto.

Hop on Hop Off Berlin: puoi scendere dall’autobus a qualsiasi fermata, vedere le attrazioni, fare foto, andare nei negozi di souvenir o prendere un caffè o un tè veloce, e poi tornare a piedi alla fermata e aspettare il prossimo autobus Hop on Hop Off per risalire.

Così puoi salire e scendere a tuo piacimento e usarlo per creare il tuo tour della città su misura.

Commenti audio registrati e storie divertenti sui cavalli da tiro sono a loro disposizione in macchina.

Come posso avere i miei biglietti?

Poco dopo la prenotazione online o sul posto, riceverai un biglietto elettronico al tuo indirizzo e-mail. Stampalo e portalo con te sul primo autobus che prendi.

Dove inizia il tour?

Potete scegliere da dove iniziare il vostro tour, basta salire su uno dei veicoli e iniziare ad esplorare la città!

Per quanto tempo è valido il mio biglietto?

Il biglietto è valido per 24, 48 o 72 ore.

Quanto sono lunghi i singoli percorsi degli autobus?

Ci sono due linee La linea rossa dura 2 ore e si ferma qui e altrove:

Centro commerciale Alexa

Alexanderplatz

Muro di Berlino

Porta di Brandeburgo

Punto di controllo Charlie

Gendarmenmarkt

Stazione centrale

Memoriale dell’Olocausto

KaDeWe a Wittenberglatz

Kurfürstendamm

Madame Tussauds

Isola dei musei

Fontana di Nettuno

Piazza Potsdamer

Reichstag

Palazzo Bellevue

Colonna della vittoria

Topografia del terrore

La linea blu impiega circa 40 minuti e si ferma qui:

Alexanderplatz

Galleria del lato est

Karl-Marx-Allee

Stazione Est

Quali lingue sono offerte?


L’audio guida è disponibile in cinese, tedesco, inglese, francese, italiano, portoghese, russo e spagnolo.

Giro in autobus 

La maggior parte delle persone conosce i classici tour in autobus nelle diverse città europee, che a volte sono un po‘ inutili, ma soprattutto qui ha molto senso fare un tour in autobus e vedere tutto.

La città è davvero grande e divisa in molti quartieri diversi, ognuno con la sua vita e i suoi centri.

Con un tour in autobus è possibile sperimentare diverse parti della città e le attrazioni molto facilmente.

Ci sono molte compagnie diverse che portano i turisti alle famose attrazioni e offrono anche di prenotare i biglietti online da casa.

Giro in barca 

Durante una vacanza in città qui, non si può perdere la Sprea, che serpeggia proprio attraverso il centro di Berlino. La posizione centrale dello specchio d’acqua fa sì che durante una gita in barca si passino diverse attrazioni.

Ci sono molti tour in barca diversi e ci sono molte compagnie diverse che organizzano i tour più popolari.

Tuttavia, come sempre, è possibile prenotare il biglietto da casa e assicurarsi un posto su una nave.

Esperienze e commenti:

Norbert

Ho visto molto durante il tour hop on hop off ed ero entusiasta.

Kurfürstendamm 

Kurfürstendamm, o semplicemente Ku’damm, è il posto dove fare shopping in città. Molti si riferiscono a Kurfürstendamm come alla 5a Avenue o agli Champs-Élysées di Berlino, e non hai mai vissuto l’esperienza berlinese completa finché non hai fatto shopping a Ku’damm. Il viale è stato sviluppato sotto Bismarck. È diventata la strada principale di Berlino Ovest. Il viale 
è lungo
 circa 3,5 chilometri e si trova nella parte occidentale. Attraversa il quartiere di Charlottenburg-Wilmersdorf da Breitscheidplatz a Rathenauplatz (est-ovest). Kurfürstendamm è largo più di 50 metri e le sue quattro file di alberi ricordano Unter den Linden. 
Kurfürstendamm era originariamente un sentiero tracciato nel XVI secolo per l’elettore Gioacchino II. La strada prese il suo nome dagli „elettori“, cioè i principi appositamente scelti che sceglievano il prossimo re, e l’onore di essere un elettore era secondo solo a quello di essere re. 
Nel 1876, dopo la vittoria della Germania nella guerra franco-prussiana (1870-1871), Otto von Bismarck propose di trasformare Kurfürstendamm in un magnifico e stravagante viale. Questo significa che la strada fu allargata, furono costruite ville enormi e cominciarono a sorgere negozi di lusso e ristoranti costosi. Oggi, non rimane molto dei 
vecchi magnifici edifici dell’era Bismarck sul Kuhdamm. Sono stati distrutti o gravemente danneggiati.

Ma al viale è stato dato un nuovo volto. È diventato rapidamente il luogo d’incontro dei ricchi e famosi. L‘
ultimo giro di shopping non dovrebbe iniziare a Kurfürstendamm, ma a est di Ku’damm alla stazione di Wittenbergplatz, dove inizia Tauentzienstrasse, che ora è considerata l’estensione orientale. 
Ora ci sono circa 300 negozi, che offrono una grande varietà di merci diverse. Potete comprare tutto qui. 
Ancora oggi, Kurfürstendamm è principalmente conosciuta per le sue fantastiche opportunità di shopping, anche se le esclusive boutique del passato non si trovano più qui. Dall‘elettronica alla moda al bric-a-brac, dall’Apple Store a Zara, H&M, Lego Store e KaDeWe. I visitatori non devono dimenticare i numerosi negozi di souvenir con cimeli di Berlino. 
Qui si possono comprare ciondoli per braccialetti, la Colonna della Vittoria in miniatura o anche la Porta di Brandeburgo da regalare a chi è a casa o per sé come ricordo. Uno degli slogan pubblicitari è: Spifferi per ogni portafoglio.

A Tauentzien troverete il gigantesco KaDeWe, uno dei più grandi magazzini del mondo pieno di beni di lusso e di marca di tutti i tipi. Il negozio è anche noto per il suo impressionante reparto alimentare, che copre una superficie di 7000 m2. Offre più decine di tipi diversi di formaggio e moltissimi vini diversi. 
Oltre a KaDeWe, ci sono una varietà di negozi qui che sono generalmente meno esclusivi di quelli più a ovest, ma se hai un buon gene dello shopping, puoi fare dei buoni affari. Lo 
scrittore americano Thomas Wolfe disse di Ku’damm che era il più grande caffè d’Europa. Probabilmente il caffè e il ristorante più famoso è il Cafe Kranzler.

Se si cammina verso ovest lungo Tauentzienstraße in direzione di Kurfürstendamm, si passa davanti a un negozio di moda dopo l’altro, ma anche a tutte le marche sportive conosciute. A livello locale, 
tutti i grandi negozi di moda come H&M, Zara, C&A sono uno accanto all’altro, uno più grande dell’altro. I grandi marchi sportivi come Nike e Adidas competono per avere i più grandi superstore su 3-4 piani. 
Si passa anche dall’Europa Center, che ha più di 70 negozi.

Ci sono più di 100 caffè a Berlino. Ci sono anche vari teatri sul Ku’damm. 
Il punto di riferimento più famoso è probabilmente la Kaiser Wilhelm Memorial Church.

Breitscheidplatz 

All’altezza della Kaiser Wilhelm Memorial Church e di Breitscheidplatz, la strada cambia nome e siete arrivati sul vero Kurfürstendamm. Noterete anche che l’atmosfera cambia.

Breitscheidplatz ospita molti piccoli negozi vintage, grandi case di moda e una serie di caffè, e se si cammina lungo il viale verso ovest, si incontrano i molti negozi di lusso che ancora esistono qui, tra cui Chanel, Louis Vitton, Cartier, D&G e molti altri. Su Ku’damm si può trovare un mix colorato di persone. Quindi c’è qualcosa di interessante da scoprire per tutti.

Se lasciate il viale principale e andate in una delle strade laterali più piccole come Fasenenstraße, troverete lo shopping più esclusivo di Berlino. Qui troverete piccole boutique di lusso e caffè costosi. Qui sperimenterete qualcosa della vecchia „atmosfera di Kurfürstendamm“ ed è altamente raccomandato. 
Combina il tuo giro di shopping con un giro turistico. Prendi un autobus hop-on hop-off proprio in fondo alla strada, così non dovrai trascinare i tuoi acquisti e potrai riposare un po‘ le gambe mentre ti dirigi verso la bella Berlino.

Dietro la chiesa c’è il Giardino Zoologico. È il più antico zoo della Germania e quello con più animali. 
Molti dei piccoli negozi nelle strade laterali sono spesso aperti fino alle 8 o anche alle 10 di sera. Provate quindi a fare shopping serale mentre mangiate in uno dei tanti caffè e ristoranti.

L‘Europacenter presso la chiesa è un centro commerciale di 3 piani. C’è anche un casinò sul Ku’damm, dove tutto è permesso, dalla roulette al poker.

È, come quasi sempre in città, più facile prendere la metropolitana. Se volete un’esperienza completa, andate alla stazione di Wittenbergplatz e prendete i cinque chilometri da est a ovest. Puoi anche andare alla stazione Kurfürstendamm (U1 o U9), dove finirai in mezzo al Ku’damm.

Staatsoper – Teatro dell’Opera di Stato Unter den Linden 

La Staatsoper Unter den Linden, conosciuta anche come l’Opera di Stato tedesca o Staatsoper Berlin, è il più antico teatro d’opera e si trova nel quartiere Mitte direttamente di fronte alla Vecchia Biblioteca sulla strada Unter den Linden. Oggi è una delle opere più famose del mondo ed è anche conosciuta come la Lindenoper. La 
sua storia risale al 1742, quando Georg Wenzeslaus von Knobelsdorff costruì la Royal Court Opera nel sito attuale, e oggi è un luogo per prime mondiali e produzioni veramente grandi, con opere di Verdi, Tchaikovsky, Mozart e Wagner predominanti. 
Fu il primo edificio dei complessi contadini pianificati da Federico il Grande. Dal 1741 al 1743 fu costruito, come descritto, dall’architetto von Knobelsdorff. L‘
edificio è un tipico esempio di architettura palladiana e fu chiamato Royal Court Opera. L’edificio fu completato nel 1743, ma il 7 dicembre 1741 fu inaugurato con l’opera Cleopatra e Cesare di Carl Heinrich Graun. L’edificio è il più antico edificio teatrale di Berlino. Nel 1743 era il più grande teatro d’opera d’Europa e anche il primo teatro d’opera indipendente in Germania. 
Ha colonne imponenti ed è stato costruito 
in stile classicista. Federico il Grande progettò un centro culturale e dopo la demolizione delle vecchie mura della città, c’era abbastanza spazio disponibile qui. 
Il sito di costruzione era una zona di fortezza vicino al palazzo del principe ereditario. Le 
prime modifiche furono
 eseguite 
nel 1788, compresi i cambiamenti alla zona del palco e al palco laterale, e da allora in poi il teatro fu aperto anche al pubblico. Una delle produzioni sorprendenti fu la prima dell’opera „Freischütz“ di Carl Maria von Weber, un altro punto culminante più tardi: The Merry Wives of Windsor. 
Nella notte tra il 18 e il 19 agosto 1843, il teatro dell’opera bruciò completamente. Fu ricostruita sotto la direzione dell’architetto Carl Ferdinand Langhans. Questa volta il teatro dell’opera ha aperto con l’opera di Giacomo Meyerbeer: Un campo in Slesia. 
Alla fine del XIX secolo, l’opera raggiunse addirittura una fama mondiale.

All’inizio del XX secolo, il teatro dell’opera ricevette il suo nome attuale, „Staatsoper“.
Nel 1925, l’opera conobbe un altro punto culminante con la prima dell’opera „Woyzeck“ di Alban Berg. 
Nel 1928, l’opera fu ricostruita con un palco girevole. Per la riapertura in quel momento, fu eseguito „Il flauto magico“ di Johann Amadeus Mozart. 
Durante il 1939 – 1945 l’edificio fu danneggiato due volte e ricostruito ogni volta. L‘
architetto Richard Paulick 
era responsabile la 
seconda volta. 
Fu ricostruita e riaperta nel 1955. L’Opera di Stato tedesca era il fiore all’occhiello dell’opera della DDR. Dopo la riunificazione nel 1989, l’opera ha finalmente ricevuto il suo nome attuale.
Daniel Barenboim, direttore principale dal 1992, ha eseguito le dieci grandi opere di Richard Wagner due volte ciascuna nel 2002 in una produzione di Harry Kupfer (nato nel 1935), dimostrando che l’opera non è stata influenzata dalla vita operistica malata di Berlino. 
Dal 2010 al 2017, l’edificio è stato ristrutturato al costo di circa 240 milioni di euro; nel frattempo, l’ensemble si è trasferito allo Schillertheater di Charlottenburg
Nel 2017, la casa ha riaperto con scene del Faust di Goethe in una produzione di Robert Schumanns.

Theater des Westens – Teatro dell’Ovest 

Il Theater des Westens è il più antico teatro musicale di Berlino – e Thalia, la musa degli attori, fa la guardia all’ingresso del teatro sulla Kanstraße.

Il Theater des Westens fu costruito sotto la direzione di Bernhard Sehring dal 1895 al 1897. Il teatro fu inaugurato il 1° ottobre 1896 con l’opera di Holger Drachmann „Le mille e una notte“. Dopo che il successo atteso non si è concretizzato, l’edificio è stato utilizzato come palco d’opera dal 1898 e come teatro d’opera dal 1908. L’edificio del teatro risale al 1895 ed è un mix selvaggio di stili antico, medievale e rinascimentale. Se andate a Broadway, questo è il posto giusto.

Qui sono stati mescolati diversi stili. Gli spettatori riconoscono qui parti di Art Nouveau, Palladianesimo e Rinascimento. Il 25 agosto 1912, il teatro fu danneggiato da un incendio ma ricostruito. Nel 1922, il teatro fu nuovamente convertito in un teatro d’opera e gli fu dato il nome di Great People’s Opera. Nel 1924 il teatro dell’opera fu chiuso.

La casa è circondata da varie sculture e da un’iscrizione nella parte superiore. Lì c’è scritto: Questo edificio fu eretto per la coltivazione delle arti. 
Nel 1933 il teatro fu riaperto come parte del programma Kraft durch Freude (Forza attraverso la gioia) e gli fu dato il nome di Volksoper. Nel 1944 il teatro fu chiuso e successivamente danneggiato. 
Gli sconvolgimenti del XX secolo hanno influenzato il teatro. Questo è particolarmente evidente nei vari nomi che la casa portava. Si chiamava Goethe Theater e, come scritto, Grosse Volksoper.

Dal 1945 al 1961, la Deutsche Oper si è esibita nell’edificio. La prima ricostruzione ebbe luogo già nel 1945 e la Städtische Oper Berlin si trasferì nell’edificio del teatro dopo che l’edificio della Deutsche Oper in Bismarckstraße era stato distrutto. Con il completamento della nuova Deutsche Oper, il teatro dell’opera si trasferì nuovamente in Bismarckstraße nel 1961.

In seguito ha funzionato come casa di musical e operetta. Opere come „Una favola prussiana“ di Boris Blacher e „Il cappotto rosso“ di Luigi Nono furono rappresentate nel periodo post-bellico. My Fair Lady di Frederick Loewe fu il primo musical ad essere presentato in anteprima nel 1961. È diventato un sorprendente successo di pubblico.

Dal 1984 al 1999, Helmut Baumann è stato direttore artistico e poi indendente del teatro. Ha avuto molto successo. La sua opera prima „Ein Käfig voller Narren“ (Una gabbia piena di pazzi) ha portato così tanto profitto che è stata ripetutamente inclusa nel repertorio per i successivi 10 anni. 
Nel 1962 l’edificio fu modernizzato e ricostruito, e nel 1978 la sala del teatro fu restaurata secondo i piani originali di Sehring. Negli anni ’80, il foyer e l’esterno dell’edificio sono stati restaurati secondo i piani originali.

Con produzioni musicali di successo, Stage Holding gestisce il teatro dal 1999.
Il Theater des Westens è la Broadway di Berlino, con grandi musical come Les Miserables o Porgy and Bess.

Il cinema Delphi è nelle immediate vicinanze. Il cinema elencato era la più grande sala cinematografica dopo il 1945. Numerose prime hanno avuto luogo qui.

U-Bahn – Sotterraneo 

Uno dei modi più convenienti per spostarsi qui, sia che tu voglia vedere le attrazioni turistiche o andare alla stazione ferroviaria principale o a fare shopping, è usare la metropolitana. La metropolitana è il mezzo di trasporto più utilizzato a livello locale. Gli utenti possono andare da un posto all’altro velocemente, e ci sono treni regolari in ogni direzione, di solito ogni 5 minuti.

Storia

La costruzione dell’attuale rete metropolitana di Berlino è iniziata nel 1896 ed è stata ripetutamente ricostruita e aggiunta fino ad oggi. Una metropolitana è in funzione in città dal 1902. 
La prima stazione della metropolitana di Berlino si trova al centro di Wittenbergplatz. All’epoca la rete della U-Bahn o ferrovia sopraelevata era lunga 11 km, oggi ci sono più di 155 km di binari della U-Bahn. La linea, allora chiamata Stammbahn, andava da Warschauer Brücke allo Zoo con un raccordo a Potsdamer Platz. U-Bahn sta per ferrovia sotterranea. Oggi è la più lunga rete ferroviaria sotterranea della Germania. Più di 100 km attraversano l’ovest della città e devono essere estesi sempre di più.

Ci sono più di 174 diverse stazioni della metropolitana e più di 10 linee diverse tra cui gli utenti possono scegliere. La fitta rete di metropolitana e di autobus porta tutti ad ogni vista. C’è un’unica carta sia per la metro che per la metropolitana, che può essere usata indipendentemente dal fatto che si voglia usare la metro o la metropolitana.
La metropoli ha una superficie di 884 chilometri quadrati. Di questa zona, circa il 55% appartiene a Berlino Ovest e circa il 45% a Berlino Est. In totale, più di 3 milioni di persone vivono qui. 
Durante un viaggio qui, è consigliabile conoscere meglio le diverse stazioni della metropolitana e il loro funzionamento.

Soprattutto in una città così grande, è essenziale avere accesso ai trasporti pubblici. Non importa a che ora del giorno o quale destinazione vuoi raggiungere. Viaggiare diventa molto più facile ed economico quando si sceglie la metropolitana.

Ci sono diversi tipi di carte che puoi comprare per la metropolitana e i treni suburbani. Le carte sono divise e sono valide per le zone A, B e C. Le carte disponibili sono AB, CB e ABC. La carta AB è sufficiente per le zone dove si trova la maggior parte delle attrazioni ed è anche la carta più economica.
Tuttavia, se volete usare per esempio l’aeroporto BER, dovete scegliere la sezione C. Anche se sono solo 2 stazioni andate sul sicuro, i biglietti vengono spesso controllati soprattutto qui. I percorsi nella zona interna della città, ad esempio Potsdamer Platz, Friedrichstrasse o Kurfürstendamm, sono controllati altrettanto spesso. La BVG offre tutto, dai biglietti singoli ai biglietti combinati e ai biglietti aziendali. 
Sono disponibili sia biglietti singoli che giornalieri, e ci sono anche biglietti settimanali e molte altre varianti. La tariffa si rivolge a passeggeri individuali, così come a gruppi o persone che vogliono portare con sé biciclette, passeggini ecc.
U-Bahn è il nome della metropolitana. Le metropolitane sono veloci, facili e affidabili. Pianificare escursioni non è un problema qui.

Gli autobus e i tram fanno parte del sistema di trasporto pubblico e lavorano insieme alla U-Bahn e alla S-Bahn. La maggior parte delle linee funziona almeno 20 ore al giorno e almeno ogni 10 minuti. Per poter vivere anche la vita notturna e i club, i tram e gli autobus funzionano tutto il giorno. 
Il tram funziona sia in centro che su percorsi più lunghi. Ci sono nove linee che corrono su percorsi diversi – si possono riconoscere le linee del tram dal fatto che sono segnate con una „M“. 
Gli autobus, come i tram, circolano sia nel centro della città che su percorsi più lunghi. Sono contrassegnati con la lettera „M“, a volte „X“ e un numero di due cifre.

È il più grande sistema sotterraneo della Germania e il modo più facile per la maggior parte dei turisti di spostarsi. È anche possibile noleggiare treni per le proprie celebrazioni o acquistare un veicolo di seconda mano e convertirlo alle proprie esigenze. 
Ogni anno, la metropolitana trasporta più di 400 milioni di passeggeri 24 ore su 24. Insieme ai treni della metropolitana, agli autobus e ai treni della S-Bahn, è possibile spostarsi rapidamente e facilmente.

Biglietti

Ci sono diversi tipi di biglietti:

Biglietti singoli: permettono trasferimenti illimitati tra metropolitana, autobus, tram e S-Bahn in tutte e tre le zone (A, B, C), validi per 2 ore.
Biglietto di 4 ore: permette trasferimenti illimitati tra metro, bus, tram e S-Bahn in tutte e tre le zone (A,B,C), valido per 2 ore
Biglietto giornaliero: ti permette di viaggiare quanto vuoi per un giorno intero
Biglietto a breve distanza: biglietto poco costoso, buono se devi viaggiare solo per poche fermate. Il biglietto è valido per tre fermate della metropolitana o della S-Bahn o per sei fermate dell’autobus o del tram. Valido per viaggiare nelle zone A e B, tra le zone B e C o all’interno della zona C.
Biglietto di 7 giorni: viaggia quanto vuoi per sette giorni consecutivi. 
O il biglietto mensile delle 10 del mattino, che ti permette di usare tutta la rete dalle 10 del mattino per un mese intero. 
Si può anche comprare uno speciale „biglietto turistico“. Ci sono due tipi di biglietti, la „CityTourCard“ o la „WelcomeCard„. 
Con la CityTourCard puoi viaggiare senza limiti per 48 ore, 72 ore o 5 giorni e ottenere sconti su circa 50 attrazioni. 
Con la WelcomeCard puoi viaggiare senza limiti per 48 ore, 72 ore o 5 giorni e ottenere fino al 50% di sconto su più di 200 attrazioni – ma almeno il 25%!

Ci sono tre diverse zone tariffarie: A, B e C:

La zona A è il centro della città e comprende fino alla linea della S-Bahn compresaLa zona 
B si estende dalla linea della S-Bahn fino al confine della città. 
La zona C comprende i sobborghi circostanti fino a una distanza di circa 15 chilometri dalla città e dall’aeroporto BER.

Norbert2

KaDeWe 

KaDeWe è uno dei grandi magazzini più grandi ed esclusivi. Situato non lontano dall’Europa-Center o dal Tiergarten nel New West, questo grande magazzino di lusso è un fantastico centro commerciale per coloro che se lo possono permettere. Costruiti nel 1907 su disegno dell’architetto Emil Schaudt, i grandi magazzini stupirono il mondo con le ultime novità di Parigi, le più calde di New York, la frutta esotica del sud. Si trova in Tauentzienstrasse nel quartiere di Schöneberg, proprio accanto alla stazione della metropolitana Wittenbergplatz, molto vicino a Kurfürstendamm. 
Quelli di voi che sono stati a Londra e hanno visitato Harrods prima, probabilmente si riconosceranno quando verranno qui, perché offre un’esperienza simile a Harrods. KaDeWe sta per Kaufhaus des Westens ed è stato originariamente fondato da Adolf Jandorf nel 1905
. Il magnifico edificio doveva essere un altro punto culminante sul Kudamm, che è considerato una zona elegante. Da allora, i grandi magazzini sono passati di mano alcune volte e sono stati anche rinnovati. Nel 1927, fu rilevato dal proprietario di Hertie, Herman Tietz, e così iniziò il periodo d’oro del grande magazzino. L‘impero dei grandi magazzini e della famiglia Tietz fu fondato da Herman Tietz (1837-1905). Tietz fu la prima azienda in Germania a stabilire dei grandi magazzini e nel 1927 c’erano 10 grandi magazzini Tietz nella sola Berlino. Tietz era dietro i grandi come KaDeWe e Tietz in Leipziger Straße e vicino al suo grande concorrente Wertheim, esattamente dove si trova oggi il Mall of Berlin, così come ad Alexanderplatz.

Era previsto che i cittadini ricchi facessero acquisti qui e che i grandi magazzini avessero un’immagine galante. Come molti altri edifici, il KaDeWe fu parzialmente distrutto tra il 1939 e il 1945. Negli anni ’50 fu riaperto, nel 1956 fu completata la ristrutturazione e la riprogettazione di tutti i 5 piani del KaDeWe, e nel 1976 fu iniziato un nuovo edificio che avrebbe aumentato la superficie di vendita da 24.000 metri quadrati a 44.000 metri quadrati. Nel 1996 ci sono state ulteriori misure di costruzione e la superficie di vendita è stata aumentata a 60.000 metri quadrati di oggi, allo stesso tempo è diventata alta 7 piani. La 
gamma di merci poteva essere ampliata sempre di più e sempre più gente del posto si innamorò dei grandi magazzini e vi fece shopping. 
Con una superficie totale di oltre 60.000 metri quadrati, i grandi magazzini offrono di tutto, dalle calze ai profumi agli orologi esclusivi. Tutto è facile da trovare, ed è anche facile cercare qualcosa perché la grande selezione è distribuita su diversi piani. Non solo in termini di 
popolarità, ma anche di spazio, quello dei grandi magazzini è oggi il più grande. 
Ma il clou assoluto sul posto è il reparto alimentare al sesto piano, il cosiddetto piano gourmet. Nel reparto gourmet, è possibile acquistare caviale russo di lusso, liquori di alta qualità e tutta una serie di salsicce e formaggi di lusso. Diversi tipi di formaggio, salsicce, cioccolatini speciali, prodotti da forno, dolci e molti tipi di pane sono in offerta qui. 
Ci sono cioccolatai che fanno il cioccolato e il pescivendolo sarà felice di servirti un piatto di ostriche con un po‘ di champagneprosciutti, marmellate e salsicce a bizzeffe, formaggi che puoi solo sognare, marzapane e ogni altro dolce, pasta che farebbe scoppiare in lacrime una mamma italiana. 
Sì, praticamente tutto quello che vuoi che sia un po‘ insolito, ma anche cose normali come verdura e frutta.

Ma non solo il cibo locale è disponibile qui. Si può anche comprare una grande varietà di specialità internazionali. 
All’ultimo conteggio, c’erano 34.000 articoli diversi su 7.000 metri quadrati, serviti da 500 persone – compresi 110 chef e 40 panettieri e pasticceri. Se non avete mai mangiato niente prima di venire qui, non c’è niente che non possiate assaggiare.

I grandi magazzini hanno anche il loro ristorante. Al settimo piano, si entra nel settimo cielo. Gli ospiti si siedono sotto un‘enorme cupola di vetro nella caffetteria all’aperto, e questa è probabilmente la migliore caffetteria dei grandi magazzini del mondo. La vista fa sì che tutti cenino squisitamente qui. Può essere un po‘ difficile ottenere un posto a sedere, ma ne vale la pena perché il buffet è enorme e pieno di prelibatezze.

Il piano terra è la zona d’ingresso. Nella sala d’ingresso di 400 metri quadrati, si viene solitamente accolti da esposizioni di beni di lusso come orologi di fascia di prezzo di case estive di lusso o piccole automobili. Il personale è stato appositamente addestrato per soddisfare i clienti facoltosi. Poi entri in un paesaggio di cosmetici con bottiglie di profumo, specchi, ciprie, rossetti, vernici e probabilmente non riuscirai a fare il giro del viale del lusso con Tiffany e Prada e tutte le altre amiche. Qui si possono vedere presentazioni di prodotti elaborati di Chanel, Cartier, Bugatti, Armani o anche Dolce Gabbana. 
Al piano superiore troverete abiti di moda e di design, nonché reparti speciali per Dolce & Gabbana o Dior. Qui troverete veri tappeti, mobili di design, utensili da cucina e porcellana fine, ma anche aree di pavimento con moda e scarpe. Troverete tutto qui. Un po‘ più caro che altrove, forse – ma non eccessivamente. 
Non solo le auto possono essere parcheggiate nel seminterrato, ma anche i cani possono essere ospitati lì durante lo shopping. 
Il KaDeWe – Kaufhaus des Westens – è uno dei più grandi magazzini d’Europa. In Europa è secondo solo a Harrods a Londra. Se andate a fare shopping a Berlino, è un must. 
Si trova su Wittenbergplatz non lontano da Kurfürstendamm. I grandi magazzini stessi sono una delle principali attrazioni della città, anche per le persone che normalmente non amano i centri commerciali. È in una classe a parte. 
Gli orari di apertura di KaDeWe variano leggermente a seconda del giorno. Il paradiso dello shopping è aperto dal lunedì al giovedì dalle 10.00 alle 20.00, il venerdì dalle 10.00 alle 21.00 e il sabato dalle 09.30 alle 20.00. È chiuso la domenica.

Schloss – Palazzo Charlottenburg 

Il Palazzo di Charlottenburg è il più grande palazzo della città. Oggi è un maestoso museo con collezioni di pittori francesi, sale eleganti e saloni. Il Palazzo di Charlottenburg, che fa parte della Fondazione dei Palazzi e dei Giardini Prussiani, si trova nel quartiere omonimo. 
Il palazzo doveva essere una residenza estiva per Sophie Charlotte, la moglie dell’Elettore Federico II. La 
costruzione dell’edificio iniziò
 nel 1695 secondo i piani di Johann Arnold Nering.

Rilassatevi nel giardino barocco, che ospita anche alcuni bei piccoli musei. 
Originariamente chiamato Lietzenburg, 
il palazzo fu costruito come residenza estiva da Sophie Charlotte, che sposò il re Federico I di Prussia. Ha restituito il suo posto in campagna a suo marito. 
In cambio, ricevette il villaggio di Lützow e un terreno sul quale ordinò la costruzione di una residenza estiva nel 1696. Il palazzo e il giardino barocco dietro Charlottenburg meritano una visita. Troverete diverse attrazioni impressionanti nel bellissimo giardino del palazzo. 
Quando Sophie Charlotte morì nel 1705, Federico ribattezzò il palazzo Charlottenburg in sua memoria.

All’inizio, il primo edificio consisteva nella parte centrale con due risalite. A causa della passione della regina per l’opera, fu costruito un piccolo teatro d’opera. 
Nel palazzo c’era una stanza interamente dedicata all’ambra, intagliata e decorata da un maestro d’ambra danese. La Camera d’Ambra è stata chiamata l’ottava meraviglia del mondo. Il successore di Federico, il re Federico Guglielmo I, diede la stanza allo zar russo Pietro il Grande nel 1716.

Il piccolo castello fu consacrato nel 1699 e da allora è stato utilizzato come residenza. Nel corso del tempo sono state aggiunte stanze di servizio per la servitù in due edifici costruiti a sud. Anche l’edificio del palazzo fu esteso per creare un complesso a tre ali. 
Il palazzo ricostruito ospita sale barocche e stanze reali con porcellane cinesi e giapponesi. La nuova ala è arredata con bei mobili rococò dell’epoca di Federico il Grande. 
In onore della defunta Sofia Carlotta, Federico I di Prussia chiamò il palazzo e la tenuta adiacente „Charlottenburg“ e fu fatto un ulteriore ampliamento. Sono stati aggiunti il centrotavola incassato e la cupola del palazzo. 
L‘ex teatro del palazzo ospita ora il Museo di Preistoria e Storia Antica, che include una mostra sui famosi scavi tedeschi di Troia di Heinrich Schliemann intorno al 1800. Un’aranciera e una cappella furono aggiunte sul lato ovest.

Sotto il suo successore Federico Guglielmo I, il palazzo condusse un’esistenza in ombra. Tuttavia, il suo senso economico ha impedito che la zona cadesse in rovina. Accanto al palazzo si trova il piccolo ristorante Orangerie, dove viene servito l’high tea. Nel suo edificio gemello, la grande Orangery, si tengono concerti classici da aprile a ottobre, eseguiti da un’orchestra in abito barocco. 
Federico Guglielmo I diede il teatro dell’opera in demolizione e con il materiale fu costruita una scuola. 
Tuttavia, Federico Guglielmo I sapeva come utilizzare il palazzo per scopi ufficiali e di rappresentanza. 
Questa è una raccomandazione: preparate un piccolo picnic con prelibatezze e fate una passeggiata in giardino. La parte anteriore verso il palazzo è un giardino barocco, ma dietro ci sono molte opportunità di sedersi nel verde. Ci sono anche alcuni interessanti alloggi nascosti per la servitù. Il 
Palazzo di Charlottenburg è il più grande palazzo di Berlino e l’unica residenza reale 
rimasta della famiglia Hohenzollern. 
Il piano terra dell’edificio principale deve essere visitato come parte di una visita guidata, mentre il piano superiore con porcellane orientali e dipinti rococò può essere visitato da soli.

Federico II, noto anche come il Vecchio Fritz, fu attratto dal posto di sua nonna e fece preparare le stanze al piano superiore per lui.

Nel corso del tempo, sono state aggiunte altre conversioni.

Durante il 1939 – 1945 il Palazzo di Charlottenburg fu gravemente danneggiato e in seguito restaurato alla sua antica eleganza. La collezione di interni riccamente decorati è unica nella Berlino di oggi ed è considerata una delle maggiori attrazioni della città.

Per un breve periodo, dal 2001 al 2006, il palazzo fu usato come residenza del presidente federale, mentre lo Schloss Bellevue fu ricostruito ai margini del Tiergarten.

Oggi, un museo è ospitato all’interno delle mura storiche. Intorno al palazzo c’è l’ampio parco reale con i suoi lussureggianti sentieri d’erba, che è diventato un luogo popolare per le passeggiate tra i vecchi residenti e i turisti.

Il parco comprende un giardino barocco in stile francese e un parco paesaggistico in stile inglese. Il parco ospita anche un mausoleo reale e case estive, che vengono utilizzate, tra l’altro, come padiglione del tè.

Tra le altre cose, si può vedere l’appartamento di Federico il Grande e molto altro.

Hackescher Markt 

Vicino ad Hackescher Markt si trova anche il trendy Hackesche Höfe, un sistema di piccoli cortili accoglienti che offrono di tutto, da mostre a ristoranti, negozi e molto altro. 
Se avete bisogno di una pausa dal rumore e dalla folla della città, una gita all’Hackesche Höfe vi darà pace e tranquillità e ricaricherà le vostre batterie. 
Sono una delle attrazioni più famose della città. Un luogo storico che ha una propria stazione della S-Bahn. È un complesso di giardini con otto cortili interconnessi, situato tra Rosenthaler Straße e Sophienstraße. L’accogliente complesso di edifici è composto da otto cortili interconnessi.

Qui si possono trovare teatri, ristoranti, appartamenti, piccoli negozi, caffè e alcune istituzioni culturali. 
Se stai cercando un nuovo copricapo, puoi trovare ispirazione su Coy Art To Wear. E da FREI Tag Fashion puoi comprare un mackintosh colorato e chic. E ci sono specialità a Eat Berlin. 
Nel XVII secolo, questa zona del centro della città era ancora fuori dalle mura dell’epoca. 
Il nome Scheunenviertel (quartiere dei granai) deriva da questo periodo, dato che il fieno e la paglia potevano essere immagazzinati solo fuori dalle mura della città a quel tempo per ragioni di sicurezza. 
Nei cortili ci sono piccoli negozi che offrono design, artigianato e specialità culinarie. Ci sono diverse gioiellerie, tra cui Schmuckwerk, che offre una grande selezione di gioielli in pietra di vetro.

Con il tempo, qui si sviluppò un nuovo quartiere e il re Federico Guglielmo I fece ampliare le mura della città. Inoltre, il comandante della città Hans Graf von Hacke fu incaricato di costruire l’Hackesche Höfe o Hackesche Markt. 
È una piazza centrale. Non è lontano da Alexanderplatz e facile da raggiungere 
con la S-Bahn alla fermata Hackescher Markt. 
L’area vicina con accesso da Rosenthaler Straße copre ben 9000 metri quadrati.

Il primo cortile è decorato con mattoni blu e bianchi, gli altri cortili sono arredati con alberi e panchine. I dintorni e i molti negozi specializzati fanno dei cortili un‘oasi accogliente dove si può comprare design e altre cose non comuni.

Nel XIX secolo, un fabbricante di vetro acquistò la proprietà e i suoi discendenti la ampliarono. Gli immigrati ebrei e francesi portarono gioia, diversità e cosmopolitismo nella zona, tra l’altro la prima sinagoga fu costruita qui e il primo cimitero ebraico fu stabilito. 
Ci sono molti ristoranti, caffè di strada e negozi interessanti. È solo una piccola zona carina e accogliente per passeggiare.

All’inizio del XX secolo, gli architetti Kurt Berndt e August Endell iniziarono a progettare e realizzare i cortili nella loro veste attuale. Nel XX secolo, i primi negozi dei più svariati settori cominciarono ad operare qui. Il mercato si trova nel quartiere Mitte, cioè nell’ex Berlino Est. Dopo la riunificazione, è stato ampiamente rinnovato.

Infine, negli anni 1990, i cortili, che da allora sono stati catalogati, sono stati sottoposti a grandi lavori di ristrutturazione. Le 
facciate degli Hackesche Höfe sono splendidamente decorate e l’intera area intorno a loro si è sviluppata in una delle zone più hippy degli 
ultimi anni.
Oggi, la vita è vivace qui, con negozi, boutique, gallerie e caffè che invitano i visitatori a meravigliarsi e a comprare. I visitatori di tutto il mondo vogliono vedere i cortili elaborati e restaurati con amore e soffermarsi in uno dei caffè o ristoranti.

Neue Wache – Nuova guardia 

La Neue Wache, l’edificio progettato dall’architetto Karl Friedrich Schinkel, è considerato uno dei capolavori del classicismo ed è una testimonianza della storia movimentata della città.

È un piccolo edificio con figure chiare e un austero colonnato dorico. Piccolo eppure così monumentale che si trova accanto ai grandi edifici della strada Unter den Linden, di fronte a Bebelplatz vicino all’Università Humbold. 
La strada Unter den Linden è disegnata come la facciata di un tempio greco con colonne doriche. L’edificio serviva originariamente come posto di guardia per il treno che proteggeva il re prussiano. L’idea originale era di usare l’edificio come rifugio per le guardie e attraverso la storia è ora un sito storico.

L’architetto Karl Friedrich Schinkel progettò la Neue Wache per Friedrich Wilhelm III nel 1816. Fu poi costruito tra il 1816 e il 1818 e utilizzato per ospitare le guardie del Prinzessinenpalais. 
Oggi è considerata una delle opere più importanti dell’architettura classica in Germania. L’edificio è un monumento alla vittoria su Napoleone e ai caduti. Il monumento divenne il quartier generale della guardia di palazzo. Per ospitare la guardia, c’erano stanze di guardia, una prigione, ecc.

Se si dà un’occhiata più da vicino alla Neue Wache, si può sperimentare un’incursione nella storia. 
La guardiola ha avuto una varietà di nomi nel corso degli anni. L’edificio si chiamava „Haupt- und Königswache“ (Guardia Principale e del Re), era anche chiamato „Mahnmal für die Gefallenen“ (Memoriale ai Caduti) o „Reichsehrendenkmal“ (Monumento all’Onore del Reich) nel periodo 1933 – 1945, o „Ehrendenkmal für die Opfer des Faschismus und Militarismus“ (Monumento all’Onore delle Vittime del Fascismo e del Militarismo).

Così, ogni epoca ha trattato l’edificio a modo suo. La prima sfilata della guardia ha avuto luogo il 18 settembre 1818 durante la visita dello zar Alessandro. L’edificio servì come corpo di guardia principale fino alla caduta della monarchia nel 1918. Nel 1931, l’edificio divenne un memoriale ai caduti della prima guerra mondiale, cioè un monumento alle vittime. Tra il 1939 e il 1945 il memoriale fu gravemente danneggiato. Dopo il 1945 fu ricostruita e ora serve come memoriale contro il fascismo e il militarismo.

Il memoriale era sorvegliato da soldati dell’Esercito Nazionale del Popolo. La RDT teneva due guardie del Reggimento d’onore Friedrich Engels davanti all’edificio in ogni momento. Giorno dopo giorno, si svolgeva qui un cambio della guardia che ricordava fortemente il cambio della guardia inglese a Londra. 
In epoca militarista, era al centro dell’attenzione nelle parate militari e per questo si vede spesso nelle foto storiche. 
Dopo la caduta del muro di Berlino, la Neue Wache è stata riabilitata e inaugurata con una cerimonia nel novembre 1993. Ora è diventato un monumento ai caduti e ai tiranni. Il memoriale centrale della Repubblica Federale di Germania alle vittime della tirannia. 
Il centro della stanza spoglia è una copia ingrandita in bronzo alta 1,6 m della Madre con figlio morto di Käthe Kollwitz (1937-39).
L’interno dell’edificio fu ricostruito su richiesta di Helmut Kohl e fu inserita la scultura di Käthe Kollwitz „Madre con figlio morto“ o „Pietà“. L’iscrizione recita: Sono vittime della lotta e della tirannia. Dietro la Neue Wache c’è il Palais am Festungsgraben
All’inizio del XIX secolo, il famoso statista Barone von Stein visse qui. Più tardi servì come Ministero delle Finanze e fu poi la Casa dell’Amicizia tedesco-sovietica. L’edificio è splendidamente situato tra l’Università Humboldt e il Museo Storico con il suo sorprendente colore rosa. 
Oggi contiene un teatro, diverse sale di esposizione e gallerie. Accanto si trova la Singakademie, costruita nel 1827 e progettata per coltivare la musica sacra. È considerato uno dei capolavori del classicismo e fu costruito come un castrum romano.

Olympiastadion – Stadio Olimpico 

Lo Stadio Olimpico è stato originariamente costruito per i Giochi Olimpici del 1936. Oggi è la casa dell’Hertha BSC, che è il principale utente dell’impianto sportivo, e naturalmente della finale di Coppa di Germania a giugno, che molti tifosi aspettano con ansia tutto l’anno. 
Si trova nel quartiere di Charlottenburg-Wilmersdorf ed è facilmente raggiungibile 
con i mezzi pubblici. C’è anche un sacco di parcheggio disponibile. 
È uno spettacolo tremendo e magnifico quando si avvicinano allo Stadio Olimpico. L’arena di atletica è la più grande del suo genere in Germania. 
Lo stadio fu parzialmente coperto per la Coppa del Mondo del 1974.

L’ultima volta che è stato usato in un contesto importante è stato durante la Coppa del Mondo del 2006 e una finale di Champions League. Nel 2015, la finale di Champions League si è tenuta in questo stadio senza la partecipazione tedesca, ma con la leggenda Lionel Messi. Poiché uno stadio così grande era necessario per contenere tutti i visitatori della Coppa del Mondo, ha spazio per oltre 76.000 posti a sedere! 
Tra il 2000 e il 2004, lo stadio è stato ristrutturato e utilizzato per la Coppa del Mondo 2006, compresa la finale della Coppa del Mondo. Dei posti per gli spettatori, tutti sono seduti e tutti sono completamente coperti. Su richiesta dell’Hertha BSC, è stata installata una pista in tartan blu. 
Fu costruito nel 1934 e completato nel 1936, giusto in tempo per le Olimpiadi estive del 1936, durante le quali l’atleta americano di grande successo Jesse Owens vinse quattro medaglie d’oro. 
Nel periodo fino al 1945, fu usato per scopi di propaganda dai nazisti. Doveva essere costruito monumentalmente sul modello degli antichi impianti sportivi. L’effetto completo dell’arena è particolarmente visibile all’interno dal prato verde, poiché solo i livelli superiori sporgono dal livello del suolo. 
Questo metodo di costruzione ha essenzialmente accorciato il tempo di costruzione. Una versione ancora più grande non è stata realizzata all’epoca per motivi di programmazione. Originariamente, l’architetto Werner March aveva previsto un terzo anello superiore perché si sentiva ingannato dalle dimensioni reali. Da allora l’arena è stata ricostruita e rinnovata e ora è un luogo molto speciale e tranquillo.
Oltre allo stadio di calcio, c’è uno stadio di nuoto, un’arena di salto e, tra le altre cose, uno stadio di calcio più piccolo. Il 
terreno olimpico comprende il Maifeld, gli stadi di hockey, equitazione e nuoto, il Waldbühne, dove si svolgono molti concerti ed eventi, e il campanile. 
Una parte del terreno è il Wahlbühne, che viene utilizzato per concerti, tra le altre cose. Molti grandi gruppi e cantanti tedeschi, come Die Ärzte o Helene Fischer, ma anche artisti internazionali come Prince o i Rolling Stones, hanno dato concerti qui. Ma anche lo stesso Stadio Olimpico è stato utilizzato da questi artisti per le loro performance. 
Naturalmente, c’è anche un centro di documentazione dedicato al sito.

Nell’anello occidentale, l’ovale è interrotto dalla Porta di Maratona, che permette di vedere il campanile.
Se si cammina intorno allo stadio, si può salire su una torre all’estremità occidentale, da cui si ha una buona vista sullo stadio e verso Berlino. La torre sembra alta, e l’ultima salita sembra estremamente aperta e non è raccomandata a chi ha paura delle altezze – altrimenti una bella torre che i visitatori avrebbero dovuto vedere.
Visitare lo Stadio Olimpico è economico: se si vuole camminare all’interno e ammirare l’edificio, l’ingresso costa solo pochi euro e sono disponibili anche biglietti per famiglie. Per gli anziani e i pensionati, il biglietto d’ingresso è inferiore al prezzo normale. Tuttavia, assicurati prima che non ci sia una partita in corso durante il periodo che vuoi visitare e vederla a tuo piacimento, altrimenti non potrai comprare un biglietto.

Arrivare allo stadio non è molto difficile, sia la S-Bahn che la U-Bahn si fermano nelle immediate vicinanze e hanno molte piattaforme. Lo stadio si trova nella „vecchia“ Berlino Ovest. Per esempio, si può prendere la U2 in direzione Ruhleben per arrivare qui, o la S75 o S9 in direzione Spandau direttamente al sito. Tutti i viaggi sono in zona B, quindi una normale carta AB sarà sufficiente senza costi aggiuntivi.

Norbert3

Alexanderplatz 

Alexanderplatz fu chiamata così in onore di Alessandro I nel 1805. Insieme a Potsdamer Platz, era il cuore della vecchia vita notturna. Dopo la caduta del Muro, entrambe le piazze sono di nuovo luoghi importanti della città, dove festa e shopping sono all’ordine del giorno. La torre della televisione si trova direttamente su Alexanderplatz, conosciuta anche come Alex nel vernacolo. Da qui si ha una splendida vista non solo su Alexanderplatz, ma anche su tutta Berlino.

La piazza era inizialmente una piazza del mercato nel XVII secolo. Più tardi fu una piazza d’armi. Deve il suo nome alla visita dello zar russo Alessandro I nel 1805 ed è una delle piazze più famose. 
Alla fine del XIX secolo, la piazza si è sviluppata in un importante snodo fino ad oggi. 
La ragione di questo è, non da ultimo, la torre televisiva che si trova qui. La piazza è sempre piena di attività, artisti di strada e tanta gente. 
La stazione è il motivo per cui più di mezzo milione di persone usano Alexanderplatz ogni giorno, perché qui ci sono numerosi ristoranti e negozi che vendono di tutto, dal tabacco a vari profumi.

La costruzione della S-Bahn avvenne nel 1882. Alla fine del 19° secolo, il luogo divenne una popolare destinazione per lo shopping con la costruzione delle sale del mercato centrale e dei grandi magazzini Tietz. L’espansione della rete metropolitana ha portato a una trasformazione di Alexanderplatz. Ora i treni della metropolitana, i treni suburbani e gli autobus viaggiano in tutte le direzioni. 
È una stazione molto vecchia. Alexanderplatz è sempre visibile, almeno la torre della televisione, che con i suoi 368 metri può essere vista su quasi tutti i quartieri. Fu costruito nel 1969 dalla DDR e ha 2 livelli nella cupola, il primo è la piattaforma panoramica e un piano più in alto c’è il ristorante, qui i visitatori possono gustare una birra e dominare tutta la città in mezz’ora – il ristorante ruota una volta ogni mezz’ora.

È circondato da uffici ed edifici commerciali. La vita ora pulsa qui. Da alcuni anni, Alexanderplatz è stata ridisegnata. Un tram ha ripreso a funzionare qui dal 1990. Vari negozi si sono stabiliti qui. Nel 2007 è stato aperto il centro commerciale Alexa. L‘Alexa è considerato da molti il miglior centro commerciale. Con i suoi 180 negozi e 17 ristoranti, offre qualcosa per tutti i gusti. L’offerta è molto varia. Qui sono disponibili caffè e ristoranti.

Un’attrazione turistica sono gli uomini e le donne con la loro griglia a vassoio del venditore, sulla quale si preparano le salsicce alla griglia. Un‘
altra vista sulla piazza è il World Time Clock, che indica l’ora di quasi tutto il mondo. L’orologio mondiale è incredibilmente bello nella luce della sera, vedi la foto dell’orologio mondiale sulla destra. Se ti interessano i negozi di elettronica (cellulari, radio, TV, streaming, musica, dischi, film, elettrodomestici, camicie, libri, ecc.), c’è un grande Saturn in Alexanderplatz e un enorme Mediamarkt in Alexa.

Durante il periodo della rivoluzione borghese e all’inizio della Repubblica di Weimar, fu anche spesso un luogo di dispute politiche. 
Le incursioni aeree dell’aprile 1945 distrussero gravemente gli edifici, che hanno uno sfondo storico.
All’estremità occidentale di Alexanderplatz si trova il Municipio Rosso (il nome non è politico, il municipio è fatto di piastrelle rosse). Il municipio è utilizzato oggi ed è la sede del sindaco e della Camera dei Rappresentanti. Anche il municipio ha la sua torre, che con i suoi 74 metri è circa un quarto dell’altezza della torre della televisione.

Negli anni ’60, fu intrapresa una riprogettazione fondamentale della piazza. Molti grattacieli sono stati costruiti per dare alla piazza una nuova immagine. Tra questi ci sono „La Casa del Maestro“, „La Casa del Viaggiatore“ e „La Casa dell’Industria Elettrica“. 
Durante le vacanze autunnali, si può sperimentare un grande mercato con una vasta selezione di vestiti e simili, e intorno a Natale, uno dei più grandi mercati di Natale si tiene localmente. Anche qui si può fare shopping, mangiare e bere vin brulé. 
La piazza ospita anche l’orologio mondiale alto 10 metri. Sull’orologio, il quadrante ruota e sul lato intorno ad esso si può leggere l’ora nei paesi del mondo. In cima c’è una scultura del sistema solare.

Museumsinsel – Isola dei musei 

L’Isola dei Musei è uno dei complessi museali più importanti d’Europa e si trova su un’isola artificiale nel centro della capitale tedesca. Comprende cinque musei di livello mondiale, che insieme sono una delle maggiori attrazioni della città.

La creazione dell’Isola dei Musei iniziò con la costruzione dell‘Altes Museum (collezioni di antichità), Nel frattempo, oltre all’Altes Museum, ci sono anche il Pergamon Museum (architettura monumentale antica, arte del Vicino Oriente e arte islamica), il Bode Museum (ex collezione di sculture e museo di arte bizantina; Sculture europee dal Medioevo al Barocco, arte bizantina e una collezione di monete), il Neues Museum (collezioni egizie e preistoriche) e la Alte Nationalgalerie (pittura e scultura del XIX secolo). secolo).

Nel 1999, l’Isola dei Musei è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO.

L’Altes Museum fu progettato dall’architetto Karl Friedrich Schinkel e costruito dal 1825 al 1830. Concerti all’aperto e spettacoli teatrali hanno luogo nel Lustgarten di fronte all’Altes Museum. Godetevi gli edifici storici come sfondo. È costruito nello stile di un tempio greco.

Nel XIX secolo fu costruito il Nuovo Museo. È anche chiamato il Museo Egizio perché ospita una collezione di reperti e mostre egiziane. La famosa Nefertiti e il cappello d’oro possono essere visti qui. Passeggiando per questa zona di notte, con le sue vecchie facciate e la bella illuminazione, si può sperimentare una grande atmosfera.

Nel 1912 iniziò la costruzione del Museo Pergamon. Tuttavia, non è stato completato fino al 1930. Ogni visitatore può godere della vista travolgente dell’Altare di Pergamo qui. 
I locali stessi considerano un must visitare almeno il Museo Pergamon. Vi si trovano tesori d’arte dell’antico Egitto, della Grecia e della cultura bizantina. La ricostruzione dell’altare di Pergamo con un fregio di marmo greco largo 120 metri è bellissima, ma anche la porta di Ishtar da Babilonia è impressionante.

Il Bode Museum era inizialmente chiamato il Kaiser Wilhelm Museum. Solo nel 1956 fu intitolato al direttore del museo di molti anni, Wilhelm von Bode.

Durante la seconda guerra mondiale, molti oggetti d’arte furono portati in salvo, ma la maggior parte dell’Isola dei Musei fu distrutta. Dopo la riunificazione, iniziò il restauro e la ricostruzione. La Vecchia Galleria Nazionale è stata aperta nel 2001 e il Museo Bode nel 2006.

Tra il 2000 e il 2015, il complesso museale è stato ampiamente restaurato, modernizzato e ulteriormente ampliato. Oltre ai lavori di ristrutturazione veri e propri, è stato creato un sistema di collegamenti in superficie e sotterranei tra i singoli edifici del museo, permettendo ai visitatori di fare una passeggiata continua attraverso le vaste collezioni. In questo modo, i singoli musei erano collegati sia architettonicamente che funzionalmente. Nel 1993, fu bandito un concorso il cui obiettivo principale era quello di conservare i vecchi edifici e adattarli ai musei moderni con la tecnologia e l’architettura. I musei dovevano essere uniti in un unico complesso, seguendo l’esempio del famoso Museo del Louvre di Parigi. Un restauro multimiliardario dell’Isola dei Musei collegherà i cinque musei attraverso una cosiddetta „passeggiata archeologica“. L‘
ingresso comune al complesso museale è stato progettato dall’architetto britannico David Chipperfield, che ha anche guidato il restauro del Neues Museum tra il 1999 e il 2009.
L’Isola dei Musei su un’isola nella Sprea a Mitte è un complesso culturale unico al mondo per l’archeologia e l’arte più antica. 6000 anni di storia sono raccolti in cinque musei su un chilometro quadrato – incredibile! L’ingresso prende il nome da James Simon, un industriale e benefattore ebreo che fu amico del Kaiser tedesco Guglielmo II e, insieme a Wilhelm von Bode, fondò la German Orient Society, che fu cruciale per le collezioni dell’Isola dei Musei – incluso il famoso busto di Nefertiti dagli scavi di Al Amarna in Egitto 1907-1914. In estate, i colonnati della Alte Nationalgalerie sono usati come pista da ballo durante il Festival dell’Isola dei Musei. Se vuoi rilassarti tra una visita al museo e l’altra, le sedie a sdraio sotto le colonne della Alte Nationalgalerie sono allettanti. Qui si può prendere fiato e lasciare che le molte impressioni affondino.

Dom – Cattedrale di Berlino 

La cattedrale di Berlino, proprio sulla Unter den Linden, come tante altre chiese, è un’esperienza bella e tranquilla ed è uno degli edifici più impressionanti della città. La chiesa si trova sull’Isola dei Musei a Mitte, non lontano da Alexanderplatz. Se fai un tour della città con uno degli autobus hop-on hop-off, la maggior parte di essi si ferma qui.

La costruzione di questa grande chiesa iniziò nel 1450. È modellata sulla Basilica di San Pietro a Roma. La chiesa originale su questo sito fu costruita nel 1443 come chiesa di corte degli Hohenzollern, la linea che più tardi divenne la casa reale di Prussia. Questa famiglia è sepolta in questo luogo dal 1536. 
Tuttavia, a causa di difetti strutturali, l’edificio originale fu demolito e sostituito da un edificio di chiesa. La costruzione della cattedrale che vedete qui oggi non iniziò fino al 1894, e non poté essere consacrata con grande pompa fino al 1905. Con la sua ricca ornamentazione, è considerato un tipico edificio del regno di Guglielmo II. Dal 1894 al 1905, il supervisore della costruzione della cattedrale fu Julius Raschdorff. 
Le dimensioni della cattedrale sono 114 metri di lunghezza, 73 metri di larghezza e circa 116 metri di altezza.

Dal 1974 al 2002, la cattedrale è stata restaurata e ora appare di nuovo nel suo magnifico splendore.

Quando i visitatori entrano nella cattedrale, saranno sorpresi dalle sue dimensioni. L’altare artisticamente ornato cattura immediatamente l’occhio. L’urbanista Schinkel ha dato l’ispirazione per il muro dell’altare sullo sfondo. 
La chiesa attuale fu gravemente danneggiata nel 1944 e, dopo un’ampia ricostruzione, non poté essere utilizzata di nuovo fino al 1993. I visitatori possono vedere la magnifica cupola della cattedrale con i suoi dipinti e la scatola imperiale quando guardano in alto. Tuttavia, il restauro finale non è stato completato fino al 2002.

Se si vuole arrivare alla Loggia dell’Imperatore, ci si può arrivare attraverso la Scala dell’Imperatore, che è decorata con bellissimi dipinti di paesaggi. Ai lati ci sono i sarcofagi degli Hohenzollern sepolti qui. Dopo il 1945, la cattedrale rimase danneggiata e malconcia per molti anni, ma finalmente iniziò la ristrutturazione e la ricostruzione, che fu completata nel 1993.

Qui vengono offerte varie visite guidate in una vasta gamma di lingue. 
Questa attrazione, come molte altre, si trova sulla bella e mitica strada Unter den Linden ed è quindi facile da trovare.

Non solo vedrete l’interno della cattedrale, ma potrete anche visitare la cripta reale nel seminterrato, dove sono ospitati oltre 100 Hohenzollern con le loro rispettive date. Quando visitate la chiesa, assicuratevi di fare una deviazione sulla torre e nella cripta dove riposa la famiglia reale. Le diverse dimensioni delle bare e le loro varie decorazioni sono particolarmente impressionanti. Oggi, oltre alle regolari funzioni religiose, la chiesa ospita anche eventi musicali e mostre d’arte, e si può avere la fortuna di assistere a un matrimonio.

Anche la cupola colossale può essere visitata. Qui si tengono regolarmente concerti d’organo e il servizio domenicale è anche tradotto in diverse lingue, quindi il servizio è interessante anche per i visitatori stranieri. Una volta all’interno, non perdetevi di salire fino in cima e di tornare fuori e camminare intorno all’intera cupola – una vista incredibilmente bella!

La cattedrale si trova sul Lustgarten, che fu sistemato nel 1573 e servì prima come giardino di erbe e poi come giardino ornamentale. È particolarmente popolare tra gli studenti della Humboldt University. Si trova proprio tra la cattedrale e l’Altes Museum. 
La cattedrale è aperta ai turisti e le visite guidate sono offerte dal lunedì al sabato dalle 9 alle 20 e possono essere prenotate in loco. La domenica e i giorni rossi, le visite guidate vanno dalle 12:00 alle 20:00. L’ingresso alla chiesa costa circa 10 euro, ma si può entrare meno con un libretto di sconti. Se vuoi prendere in prestito un’audioguida, costa qualche euro in più.

Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche – Chiesa commemorativa Kaiser Wilhelm 

La Kaiser Wilhelm Memorial Church è una vecchia chiesa commemorativa costruita in memoria del Kaiser Wilhelm. È stato costruito nel 1890, è stato un vero capolavoro, si trova su Kurfürstendamm ed è probabilmente uno dei punti di riferimento più famosi della città. 
Dopo 4 anni di costruzione, fu eretto nel 1895 in onore del Kaiser Guglielmo I. L’architetto fu il colognese Franz Schweissner. L’architetto era Franz Schwechten di Colonia. La torre ha raggiunto la maestosa altezza di 113 metri, il che la rende uno degli edifici più alti. Fu distrutta durante una delle tante battaglie il 23 novembre 1943, il campanile bruciò. 
Da allora, la chiesa è rimasta come rovina e memoriale. E anche se è distrutta, è un luogo incredibilmente bello, la cui diversa bellezza è una vera testimonianza degli orrori della seconda guerra mondiale.
È diventato un punto di riferimento della città distrutta, soprattutto perché il campanile in rovina si profila minacciosamente nel cielo.

All’interno della chiesa, ci sono bellissimi mosaici sul soffitto e sulle pareti che i visitatori non dovrebbero perdere.

È anche molto bello quando cala il buio, poiché la chiesa è illuminata dall’esterno come un monumento. A volte si tengono concerti d’organo all’interno della chiesa, il che dovrebbe essere qualcosa di molto speciale.

Negli anni ’50, l’architetto Werner March fu inaspettatamente incaricato di costruire la nuova chiesa. Il suo progetto non fu approvato da tutti e fu indetta una nuova gara d’appalto.

Nel 1961, l’architetto Egon Eiermann di Karlsruhe creò una nuova chiesa piuttosto minimalista. Ha delle pareti molto speciali fatte di piccole lastre di vetro che brillano in diverse tonalità di blu, sono state messe insieme da circa 20 000 finestre di vetro, le finestre sono state fatte a Chatres. Certo, non può competere con la sua vicina, la chiesa in rovina, ma è comunque una bella chiesa che merita una visita.

Di sera, brillano di blu, in relazione con la rovina accanto a loro, questo crea un’atmosfera speciale e solenne.

La chiesa in rovina è conosciuta anche con il soprannome di „dente cavo“, anche l’architetto la chiama un „dente marcio che doveva essere demolito, non aveva ancora fatto pace con la vecchia torre.
La nuova torre, costruita accanto al ciliegio commemorativo, ha ricevuto diversi nomi, si chiama „powder box“ o lipstick. 
Tuttavia, le rovine della torre alta 63 metri sono ancora molto impressionanti. Negli anni 2010, le rovine sono state rinnovate, il che è stato completato. 
Le rovine della chiesa e la nuova chiesa fanno parte di un quartiere in rapido sviluppo, e un grande complesso residenziale con appartamenti di lusso e l’hotel Waldorf Astoria è stato costruito proprio accanto. 
Oltre alla chiesa, ci sono altre cose da vedere intorno alla Kaiser Wilhelm Memorial Church:
Bikini Berlin è un centro commerciale abbastanza nuovo direttamente di fronte alla chiesa, il centro commerciale sembra diverso e ha alcuni negozi di moda, ci sono finestre per lo zoo da Bikini Haus. Parte di questo centro commerciale è anche un hotel con una storia molto speciale. Quando gli ospiti andavano in bagno nell’hotel, si poteva stare in strada e guardare – fortunatamente questo è stato risolto.
L’Europacenter è stato il primo grande centro commerciale di Berlino Ovest per la gente del posto, è famoso per l’orologio ad acqua, intorno alle 12:58 inizia ogni giorno lo spettacolo dell’orologio ad acqua, guardatelo, soprattutto i bambini ne sono affascinati. 
Il KaDeWe e la stazione ferroviaria dello Zoo sono a pochi passi.

Michael

Visitare Berlino, in autobus, a piedi, in bicicletta o in barca, è sempre emozionante. Ho anche alcune informazioni su alcuni luoghi.

Zitadelle – Cittadella di Spandau 

La Cittadella di Spandau è una cittadella a Spandau, nell’ovest. Fu costruita tra il 1559 e il 1594 ed è considerata una delle fortezze rinascimentali più importanti e meglio conservate d’Europa. 
All’epoca, la fortezza di Spandau era considerata quasi inespugnabile e giocò un ruolo importante nella storia militare del Brandeburgo e della Prussia.

A ovest di Charlottenburg Wilmersdorf e a nord di Potsdam si trova l’ex fortezza ed è circondata dall’acqua. 
Costruita su un’isola a nord-est della città vecchia di Spandau alla confluenza dei fiumi Havel e Spree, la fortezza serviva a proteggere la città, che fu indipendente fino al 1920.

Poiché la nuova tecnologia delle armi aveva reso inutili i vecchi castelli, l’elettore Gioacchino II fece costruire la cittadella nel XVI secolo. L’architetto era l’italiano Francesco Chiaramella de Gandino. L’edificio riflette l’ideale architettonico dell’epoca – è simmetrico, ha quattro bastioni e quindi nessun punto cieco.

I quattro bastioni offrivano una protezione sufficiente. La portineria con un ponte levatoio si trova nella kurtina meridionale. 
Fu usato per vari scopi, tra cui come fabbrica di munizioni durante la guerra dei trent’anni e come laboratorio di gas durante il periodo dal 1939 al 1945.

Durante la guerra dei trent’anni, le truppe svedesi si ritirarono per proteggere la città. Durante la guerra dei sette anni, la moglie di Federico il Grande, la regina Elisabetta Kristina, si rifugiò lì per cercare sicurezza dagli austriaci.

La facciata risale al 1839, dopo che la facciata rinascimentale originale fu danneggiata e non ricostruita.
La Cittadella di Spandau è una fortificazione medievale nel quartiere di Spandau.
Ogni inverno, circa 10.000 pipistrelli vanno in letargo nel rifugio della Fortezza di Spandau.

Se i visitatori attraversano il ponte attraverso la portineria, raggiungono il Palas, l’edificio gotico della sala, sulla sinistra. Anche questo edificio fu parzialmente distrutto e ricostruito in stile neogotico nel 1977. È una delle fortezze storiche meglio conservate d’Europa e si trova su una piccola isola nella confluenza dei fiumi Havel e Spree, completamente circondata dall’acqua.

Nel Bastione della Regina ci sono numerose lapidi ebraiche del XIII secolo. 
La parte principale della fortezza fu completata tra il XVI secolo e costruita da Gioacchino II, Elettore di Brandeburgo. Fu progettato dall’architetto italiano Chiaramella da Gandino su modelli dell’Italia settentrionale. Ha progettato quattro bastioni a forma di freccia chiamati Re, Regina, Principe della Corona e Brandeburgo.

A causa dell’espulsione degli ebrei nel XVI secolo, queste lapidi salvate forniscono preziose informazioni sulla cultura e la vita della comunità ebraica durante questo periodo. 
La fortezza si trova sul sito di un insediamento slavo altomedievale. Più tardi fu ampliato in una grande fortezza per proteggere la città di Spandau, che si trovava su un’importante rotta commerciale dalla Renania alla Polonia.

La parte più antica conservata della fortezza è la Torre Julius, alta 32 metri, che fu costruita intorno al 1200 ed è considerata il simbolo di Spandau. 
Oggi è il più antico edificio non ecclesiastico.

Una volta che i visitatori hanno salito i molti gradini della scala a chiocciola, hanno una bella vista sulla città e la zona circostante. La parte superiore della torre è un’estensione progettata da Karl Friedrich Schinkel nel 1838. Le pareti della torre sono spesse 3,6 metri. La sala principale (palas) della fortezza fu costruita tra il 1521 e il 1523. 
La merlatura è stata progettata da Karl Friedrich Schinkel. L’origine del suo nome non è chiara; probabilmente deriva dal servo ebreo del Margravio Ludovico il Romano nel XIV secolo. 
I bastioni della fortezza quadrata sono distanti circa 300 metri l’uno dall’altro ai vertici. I moderni bastioni erano importanti perché lo sviluppo dei cannoni aveva reso i vecchi castelli inadatti a scopi difensivi. 
L’unico vero scontro militare nella fortezza ebbe luogo durante le guerre napoleoniche nel 1813. Le truppe prussiane la attaccarono per riprenderla dai francesi, causando grandi danni, soprattutto all’edificio della porta.

Nel corso del tempo, la cittadella è servita più volte come prigione per nomi famosi, come Friedrich Ludwig Jahn, il padre della ginnastica Jahn, nel 1821.

Ha ottenuto il suo aspetto attuale dopo un restauro nel 1839. Nel XIX secolo, diversi nuovi edifici furono eretti all’interno della fortezza.

Più tardi, la fortezza servì come prigione e tesoreria. Le riparazioni pagate dalla Francia alla Germania dopo le battaglie del 1870 furono conservate nelle Torri Giulio fino al 1919.

Nel XX secolo, la cittadella serviva come alloggio per una scuola professionale, per esempio. Negli ultimi anni è stato utilizzato come museo ed è una popolare attrazione turistica. Il museo di storia della città di Spandau si trova nell’armeria.

Oggi, il cortile e un palco all’aperto fanno da sfondo a grandi concerti e altri eventi culturali.

Rotes Rathaus – Municipio rosso 

Il Municipio Rosso si trova in Rathausstraße, nel centro, tra la Torre della TV e il fiume Sprea, e ospita il Senato di Berlino e il Sindaco del Governo. Il nome non ha niente a che fare con i comunisti – è solo il colore delle pietre di clinker rossastro, il modello per questo rivestimento rosso qui è stato l’Alto Rinascimento del Nord Italia.

È la sede del Senato e del sindaco che governa. Il municipio fu costruito tra il 1861 e il 1869 dall’architetto Friedrich Waesemann. Il modello per l’edificio fu il municipio di Thorn nella Prussia occidentale, mentre l’ispirazione per la torre venne dalla cattedrale di Laon in Francia. È lunga 99 metri e larga 88. Si compone di diverse ali con tre cortili interni. La torre alta 74 metri è visibile da lontano. 
I municipi sono stati costruiti su questo sito fin dal Medioevo.
Il precursore del municipio di Berlino si trovava nel Molkenmarkt. Questo consisteva in diversi edifici. Alcuni di essi risalgono al Medioevo. Poiché il vecchio municipio non era più considerato pratico e funzionale, fu creata la nuova sede.

Ricorda un po‘ il Big Ben. Tuttavia, è stato modellato sulla cattedrale della città francese di Laon e sul municipio della città prussiana occidentale di Thorn. Un po‘ insolito è un balcone che corre per tutta la lunghezza dell’edificio e un fregio di terracotta i cui 36 rilievi raccontano la storia della città a partire dal XII secolo.

È stato restaurato negli anni ’50 e anche gli interni sono stati modernizzati. 
L’edificio fu restaurato dopo il 1945 e ospitò l’amministrazione della città di Berlino, che visse qui fino alla caduta del muro nel 1989. Come parte della riunificazione, il Senato di Berlino Ovest si trasferì dal Municipio di Schöneberg al Municipio Rosso.

Davanti al municipio c’è un piccolo monumento in onore degli uomini e delle donne che pulirono le rovine della città dopo la seconda guerra mondiale, due statue, una della Trümmerfrau e l’Aufbauhelfer. Entrambe le statue sono state create da Fritz Kremer nel 1958.

All’interno troverete la Sala delle Armi, la Sala Grande e la Sala delle Colonne. La sala degli stemmi è utilizzata soprattutto per le iscrizioni nel Libro d’Oro della città e per i ricevimenti. Qui sono esposti gli stemmi dei quartieri della città. La Sala Grande è usata principalmente per concerti, ricevimenti e letture. 
Qui c’è un municipio in ogni distretto. A Schöneberg probabilmente il più presentabile. È qui che l’allora presidente americano John F. Kennedy fece il suo discorso „Ich bin ein Berliner“ nel 1963. A Neukölln sembra un castello medievale e a Kreuzberg e Mitte è piuttosto poco appariscente. 
Davanti al Rotes Rathaus si trova la fontana di Nettuno, un tempo regalo della città al Kaiser Guglielmo. 
Al centro della fontana c’è il dio romano Nettuno. Le quattro donne intorno a Nettuno rappresentano i quattro fiumi più importanti della Prussia all’epoca della costruzione della fontana: l’Elba (con la figura allegorica che tiene frutta e grano), il Reno (reti da pesca e uva), la Vistola (blocchi di legno, simboli della silvicoltura) e l’Oder (capre e pelli di animali).

Flughafen – Aeroporto di Tempelhof 

L’aeroporto di Tempelhof si trova nel centro della città ed è stato aperto nel 1927. L’ampia espansione dell’aeroporto iniziò nel 1934. Tempelhof è un quartiere americano, il nome risale a una fondazione dell’Ordine dei Cavalieri Templari. Il quartiere era strettamente associato a quello che fino ad allora era l’unico campo d’aviazione centrale d’Europa. Alla fine degli anni ’30, l’aeroporto era uno dei più trafficati del mondo. Si trova a pochi chilometri dal centro della città.

Visto dall’alto, l’aeroporto ha la forma di un’aquila. L’aeroporto è altrimenti meglio conosciuto per il cosiddetto blocco di Berlino tra il 24 giugno 1948 e il 12 maggio 1949. L’Airlift Memorial si trova lì per commemorare questo evento. È anche chiamato Hungerharke dai vecchi residenti. Il memoriale è stato eretto per commemorare 78 vittime (piloti e personale di terra). 
Durante questo periodo, l’Unione Sovietica cercò di tagliare il rifornimento di materiali e forniture chiudendo tutte le strade e le linee ferroviarie verso Berlino Ovest. L‘
obiettivo dell’Unione Sovietica era di ottenere il controllo su tutti i distretti.

Come contromisura, le forze aeree statunitensi e britanniche lanciarono un ponte aereo il 24 giugno, portando rifornimenti attraverso l’aeroporto di Tempelhof. 
Durante questi tempi difficili, la popolazione veniva rifornita di tutto il necessario per vivere 
dai „bombardieri sultani„. Furono fatti più di 200.000 voli e un totale di circa 13.000 tonnellate di forniture di merci (farina di grano, orzo, lievito, formaggio, pesce, latte, carne, patate, caffè, grasso, zucchero, verdure, carbone, sigarette, benzina, sale, cioccolato e dolci per i bambini), rendendo inefficace il blocco.

Il ponte aereo fu un’insolita realizzazione tecnica. Fu grazie a questo ponte aereo che i berlinesi occidentali riuscirono a sopravvivere al blocco. L’Unione Sovietica ruppe il blocco il 12 maggio 1949. L’ormai dismesso aeroporto di Tempelhof, una volta il più grande edificio del mondo che si supponeva potesse essere visto dalla luna, è forse uno degli aeroporti del mondo con la storia più drammatica, in parte a causa del ponte aereo.

È circondato da case residenziali, quindi le piste erano molto corte. L’espansione delle piste non era possibile a causa delle case, il rumore era difficilmente sopportabile per i residenti.
La metropoli e gli aeroporti sono una complicata storia d’amore, che si apre e si chiude ogni pochi decenni.

Dato che Tempelhof era troppo piccolo, un aeroporto moderno fu costruito a Tegel, nel nord della città, per 400 milioni di marchi e aperto nel 1974. L’aeroporto di Tegel era generalmente considerato come un campo d’aviazione di brevi distanze.

Il traffico aereo negli anni ’70 e ’80 da e per Berlino era basato sulla legge alleata, e dal 1975 è stato servito da Pan Am, British Airways, Air France e varie compagnie aeree charter alleate.

Tempelhof era il più dormiente dei tre aeroporti fino al 2008. Poi è stato finalmente chiuso e ora è un parco pubblico, Tempelhofer Park, dove vengono offerte visite guidate dell’ex terminal, tra le altre cose.

Le enormi piste di Tempelhof sono state rapidamente occupate dai residenti, che ora fanno skateboard e fanno volare aquiloni, bevono birra e si dedicano al giardinaggio urbano. Le domeniche di sole si sentono magicamente lunghe e tranquille sull’enorme spazio aperto, e il posto è giustamente diventato uno dei migliori luoghi d’incontro.

❤ Vote ❤
[Total: 4 Average: 4.5]